Dalle pendici di questa montagna sacra si assiste allo spettacolo più bello del cielo

Si chiama astroturismo ed è molto più di una tendenza di viaggio, si tratta di una vera e propria esperienza magica ed entusiasmante, da vivere e da condividere, che porta tutti gli avventurieri del mondo alla scoperta delle meraviglie custodite dal nostro cielo.

Da tempi immemori, infatti, il cielo stellato ha affascinato e ispirato poeti, artisti, musicisti, pittori e viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo. Guardare le stelle che illuminano la notte, osservare la danza dei pianeti e lasciarsi incantare dallo show delle eclissi è un’esperienza che possiamo fare nostra, in ogni momento della vita e in qualsiasi posto. Tuttavia esistono alcune destinazioni che, più di altre, garantiscono una visuale privilegiata proprio su questi spettacoli.

Ed è uno di questi luoghi che vogliamo raggiungere insieme a voi oggi, per scoprire quello che è, con tutta probabilità, lo spettacolo più bello del cielo. Sì perché raggiungendo le pendici di questa montagna sacra è possibile ammirare la Via Lattea in tutto il suo splendore. Ed è magica.

Il Monte Fuji tra le stelle

Se avete in mente di organizzare un viaggio con l’obiettivo di andare a caccia di cieli stellati, allora il Monte Fuji è davvero il luogo giusto da raggiungere. Ci troviamo al cospetto di uno dei massicci montuosi più grandi, maestosi e affascinanti del mondo intero, nonché la montagna più alta del Giappone.

Con i suoi quasi 4000 metri d’altezza, questo massiccio di origine vulcanica si staglia tra le prefetture di Shizuoka e Yamanash sfiorando il cielo e regalando uno dei paesaggi più suggestivi del mondo intero.

Intriso di storie antiche e di leggende, il Monte Fuji è considerato una delle tre montagne sacre del Paese, ed è così importante per i giapponesi che gli shintoisti hanno inserito la scalata del monte tra tutte quelle esperienze da fare almeno una volta nella vita. Secondo alcune leggende popolari, inoltre, il massiccio non sarebbe altro che la reincarnazione di una divinità in terra. Per altri, invece, il Monte Fuji fu scelto come culla del riposo dopo la creazione del mondo.

Indipendentemente da ciò in cui si sceglie di credere, quello che è certo è che questa montagna è diventata il simbolo del Giappone popolando da sempre cartoline, immagini e istantanee che raccontano il Paese.

Insomma, raggiungere questo sito culturale, dichiarato Patrimonio Mondiale UNESCO, è una di quelle esperienze da fare almeno una volta nella vita. Un’avventura che diventa ancora più magica quando il sole lascia spazio al crepuscolo e l’intero territorio sprofonda nella notte più nera rivelandoci la visione più bella della Via Lattea.

Via Lattea sul Monte Fuji: una visione superlativa

Lo abbiamo già detto, la Via Lattea è probabilmente lo spettacolo più bello che appartiene al nostro cielo. Quella banda luminosa biancastra caratterizzata da un aspetto lattiginoso, da qui il nome di Via Lattea, incanta da tempi immemori. La galassia che appartiene al nostro sistema solare, infatti, è diventata una vera e propria attrazione per tutti gli appassionati dell’astroturismo e per i gli amanti dei cieli notturni.

Non è solo la sua bellezza a incantare, ma anche tutti quei miti e leggende che ruotano attorno a questa meraviglia celeste e provano a spiegare la sua origine.

Per osservarla è necessario raggiungere luoghi privi di inquinamento luminoso e attendere sere limpide e buie. Il Monte Fuji è proprio uno di questi. Quando il sole lascia spazio al crepuscolo, e tutto si tinge di nero, la colorata e scintillante Via Lattea appare sulla montagna sacra illuminando di bellezza tutto il paesaggio circostante. Ed è allora che comincia la magia.

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.