Scambiarsi 24 mila baci, così questa città vuole entrare nel Guinness World Records

L’arrivo di febbraio porta con sé una gran voglia di celebrare l’amore in ogni sua forma. Non che ci debba essere per forza un motivo per scambiarsi parole dolci e per rinnovarsi le promesse intendiamoci, tuttavia non possiamo certamente negare di subire un po’ tutti il fascino della giornata dedicata ai sentimenti, quella di San Valentino.

Il 14 febbraio, infatti, si trasforma ogni anno nell’occasione perfetta per vivere e condividere esperienze straordinarie con la propria dolce metà. C’è chi approfitta per organizzare viaggi, avventurosi o romantici, chi preferisce cedere e condividere il peccato della gola, chi si scambia regali e chi suggella le promesse con uno, dieci o mille baci.

E sono proprio i baci, 24 mila per l’esattezza, i protagonisti assoluti dell’iniziativa promosso dalla città di Macerata in occasione di  San Valentino per due ragioni. La prima è quella di celebrare l’amore, ovviamente. La seconda, invece, è quella di guadagnarsi un posto d’onore, e anche il più romantico, nel Guinness World Record.

San Valentino: un viaggio a Macerata per partecipare alla sfida dei baci

Sono 24 mila i baci cantati da Adriano Celentano, quelli che ricordano come è splendido e folle l’amore, gli stessi che la città di Macerata invita a scambiarsi in occasione di quella che è la giornata più romantica dell’anno.

Per celebrare San Valentino, infatti, il capoluogo delle Marche ha lanciato un contest che ha preso vita il 1° febbraio e che si concluderà proprio nel giorno di San Valentino. Partecipare è semplicissimo, basterà scattarsi un’instantanea romantica, mentre ci si scambia bacio affettuoso con la propria dolce metà, o con una persona cara, e condividerla.

La stessa città, in questi giorni, si è trasformata nella cornice perfetta che fa da sfondo a questo gesto d’amore. Grazie alla partecipazione dei commercianti di Corso Cairoli, che hanno lanciato l’iniziativa, la stessa via si è trasformata in una strada romantica e suggestiva da percorrere con la propria dolce metà.

Numerosi, infatti, i kissing point creati sulla via. Si tratta di decorazioni, installazioni e cartelli, che per forme e lineamenti ricalcano proprio quelli stradali. L’obbligo, o l’invito in questo caso, è quello di fermarsi e di scambiarsi un bacio. Fotografate questo momento, però, perché così potrete supportare la grande missione della città per questo San Valentino, quello di entrare nel Guinness dei Primati.

24 mila baci per entrare nel Guinness World Records

Se state pensando di organizzare un viaggio con la vostra dolce metà in occasione di San Valentino, allora, la splendida città delle Marche potrebbe essere davvero il posto giusto da raggiungere. Non solo per andare alla scoperta delle meraviglie storiche, architettoniche e culturali del capoluogo regionale, ma anche per toccare con mano la suggestiva e romantica atmosfera che ha avvolto le strade e i quartieri della città.

Proprio in occasione del giorno più romantico dell’anno, infatti, i commercianti di Corso Cairoli hanno lanciato il contest 24 mila baci con l’obiettivo di entrare per la prima volta del Guinness dei Primati.

Partecipare è semplicissimo e tutti sono chiamati a fare la loro parte. I commercianti, come anticipato, hanno installato sulla via dei kissing point creando dei punti scenografici dove chiunque può fermarsi e scambiarsi un gesto affettuoso. La richiesta è quella di immortalare in una fotografia questo momento e poi di condividere l’instantanea su Instagram.

Le fotografie, che ritraggono i baci, possono avere qualsiasi sfondo, case, panorami, o proprio il Corso Cairoli, a patto che ci si ricordi di taggare le pagine Instagram di @lecasettemacerata e @macerataoggi. Questo servirà a tenere il conto dei baci scambiati.

L’obiettivo, come abbiamo anticipato, è quello di entrare nel Guinness Word Records con 24 mila fotografie di baci e rubare il primato a San Paolo del Brasile, la città che proprio nel 2012 aveva raccolto fotografie di oltre 10000 baci scambiati sui murales.

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.