Arrivano i letti in aereo anche in classe economica

Finalmente anche chi viaggia in Economy potrà dormire comodamente in un letto. Succederà nel 2024 a bordo degli aerei della Air New Zealand. Un privilegio finora concesso solo ai passeggeri in First Class o Business, che presto diventerà realtà anche per i viaggiatori con un budget più ridotto. La novità arriva in risposta ai feedback della clientela sull’importanza del sonno e sulla necessità di maggiore comfort e spazio. Tuttavia, non è proprio riservata a tutti: sarà, infatti, destinata solo a determinati voli.

Air New Zealand pronta ad offrire il ‘miglior sonno nel cielo’

Ci sono voluti cinque anni di studi, sondaggi di mercato e calcoli, ma finalmente il vettore neozelandese ha annunciato che sarà la prima compagnia aerea al mondo a permettere ai viaggiatori in Economy di dormire in un letto. Ciò sarà possibile, però solo durante i voli molto lunghi.

Il servizio sarà, infatti, fornito sui collegamenti a lunghissima gittata, tra cui la tratta Auckland-New York, che verrà lanciata a fine settembre (della durata di oltre 17 ore), o la rotta Auckland-Chicago, pronta per fine ottobre (della durata di 15 ore).

Stando a quanto spiega una nota ufficiale, i nuovi moduli denominati ‘Skynest’ offriranno ai clienti più scelta rispetto a qualsiasi compagnia aerea al mondo, fornendo “il miglior sonno nel cielo” indipendentemente dalla cabina in cui i clienti scelgono di volare.

Skynest, la rivoluzione dei letti in Economy

Le capsule Skynest esordiranno a bordo dei Boeing 787 Dreamliner, che verranno riconfigurati con nuove Business, Premium Economy ed Economy. Ogni modulo Skynest ospiterà sei comodi letti o cuccette in blocchi di tre, lunghe 2 metri e larghe 58 centimetri,

Ognuna di queste cuccette avrà il proprio cuscino, lenzuola e una tendina per garantire la privacy, oltre alla luce di cortesia, alle bocchette d’aria e a diverse prese elettriche e Usb. La compagnia aerea sta ancora definendo i dettagli esatti di come saranno prenotate le capsule ma, stando a quanto rivelato finora dal vettore, in questa prima fase ogni passeggero potrà usufruire della cuccetta per un massimo di quattro ore. Naturalmente, con un costo aggiuntivo rispetto ai normali posti in classe economica, ancora da definire.

Il vettore neozelandese ha deciso di puntare sulla qualità del sonno e sul comfort per un motivo ben preciso. Per la posizione geografica della Nuova Zelanda, infatti, la compagnia aerea ha l’opportunità di operare molte rotte a lunghissimo raggio. E proprio a causa della lunghezza di alcune di queste tratte, i passeggeri si ritrovano a trascorrere a bordo la maggior parte del primo giorno di viaggio. Da qui, la decisione di venire incontro anche alle esigenze di chi vola in economica.

“Ci siamo concentrati su sonno, comfort e benessere perché sappiamo quanto sia importante per i nostri clienti arrivare ben riposati – ha dichiarato in una nota l’amministratore delegato di Air New Zealand, Greg Foran – Sia che si stiano dirigendo verso una riunione o verso il primo luogo di villeggiatura, vogliono essere pronti a partire”. Quel che è certo, è che Skynest rappresenterà un vero punto di svolta per l’esperienza di viaggio in classe economica. Tutto questo, però, solo dal 2024.

Fonte: Uffiico StampaAir New Zealand pronta ad offrire il ‘miglior sonno nel cielo’

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Generated by Feedzy
%d bloggers like this: