Gli eventi più incredibili del Giubileo di Platino

Da giovedì 2 a domenica 5 giugno si svolgeranno, principalmente nella splendida cornice di Londra, le celebrazioni ufficiali del Giubileo di Platino della Regina Elisabetta. Un traguardo importantissimo e che non è stato mai raggiunto da alcun monarca britannico, del resto sono “solo” 70 anni di regno. Ma quali saranno gli eventi più incredibili?

Partiamo dal presupposto che tutto il Regno Unito sarà un pullulare di sfarzosi addobbi floreali, bandiere della Union, grandi feste di quartiere, negozi pieni di souvenir con su stampato il volto di Elisabetta II ed eventi che faranno perdere la testa a tutti i presenti. Vi basti pensare che sono previste oltre 12mila le feste di strada, tutte in programma dal 2 al 5 giugno.

Giovedì 2 giugno: Trooping The Colour e molto altro

I festeggiamenti ufficiali si apriranno giovedì 2 giugno e dare il via a questi 4 giorni di festa nazionale sarà la parata militare del Trooping The Colour, uno degli eventi più attesi di questo Giubileo di Platino. Un appuntamento che si distinguerà soprattutto per il grande stile: sfileranno più di 1.400 soldati, 200 cavalli e 400 musicisti.

Ma non solo. La parata vedrà i anche membri della famiglia reale a cavallo e in carrozza da Buckingham Palace fino all’Horse Guarda Parade. A conclusione, nei cieli sfrecceranno i caccia della Raf, la Royal Air Force e in quel momento i membri più stretti della famiglia reale d’Inghilterra si affacceranno dal balcone di Buckingham Palace per salutare la folla, in quello che probabilmente sarà il momento iconico di questo Giubileo.

La sera, invece, più di tremila fari saranno accesi in tutto il Regno Unito e nel Commonwealth. Il principale sarà quello di Buckingham Palace che sarà illuminato da un membro anziano della famiglia reale alle ore 21.45. Anche molti monumenti e ponti di tutto il Paese brilleranno nei cieli in onore dei 70 anni di regno della regina.

Immagine d’archivo del Trooping The Colour

Venerdì 3 giugno: la cerimonia di ringraziamento e non solo

Gli eventi del 3 giugno prevederanno la cerimonia di ringraziamento (Service of Thanksgiving) nella cattedrale di St. Paul a Londra. A indicare l’inizio della messa sarà il suono di Great Paul, la più grande campana della Gran Bretagna usata per ogni cerimonia di incoronazione oltremanica e guidata dalle guardie reali del “Sovereign’s Escort”.

In questa occasione si potrà rivedere la famiglia reale riunita al completo, compresi (molto probabilmente) Harry e Meghan. Dopo la cerimonia i membri della royal family prenderanno parte a un ricevimento nella Guildhall ospitato dal Lord Mayo.

Sabato 4 giugno: il concerto e le tante star presenti

Sabato 4 giugno la famiglia reale parteciperà alle corse dei cavalli a Epsom Downs. In seguito, ci sarà il Platinum Party a palazzo reale, una grande festa e concerto che verranno presentati da Kirsty Young e Roman Kemp e in cui ci sarà il jet set dello spettacolo. Ma per chi non potrà essere presente niente paura: verrà trasmessa dalla BBC dalle 19.40 locali.

Tantissime le tante star che prenderanno parte a questa serata. Tra tutte spiccano personalità come Rod Stewart, Ed Sheeran, Sir David Attenborough, David Beckham, i Duran Duran, Brian May, Andrea Bocelli, Nile Rodgers, Hans Zimmer, Alicia Keys, Craig David, George Ezra e il più atteso di tutti: Elton John, caro amico di molti membri della royal family.

Domenica 5 giugno: il “Grande pranzo del Giubileo” e il super finale

Domenica 5 giugno sarà il momento del “Grande pranzo del Giubileo”. In poche parole, per le strade del Paese i cittadini organizzeranno tavolate per mangiare tutti insieme. Inoltre, il parco del Castello di Windsor ospiterà “la più grande tavolata da picnic al mondo” (500 metri per 1.600 invitati ‘comuni’ debitamente prenotati); e verranno aperte ai visitatori altre residenze reali, da Sandringham (Norfolk, Inghilterra) a Balmoral (Scozia).

Alle 14.30, invece, inizierà la parata del “Platinum Jubilee Pageant” guidata dalla leggendaria carrozza dorata Gold State Coach del 1762, usata da allora per ogni cerimonia di incoronazione oltremanica e guidata dalle guardie reali del “Sovereign’s Escort”.

Anche a questa cerimonia parteciperanno molti vip e personalità britanniche. La sfilata – con anche artisti di strada, performer, sbandieratori, circensi, musicisti, teatranti – racconterà la storia del regno della regina Elisabetta II e finirà davanti a Buckingham Palace, dove verrà suonato e intonato l’inno nazionale God Save the Queen. A cantarlo, davanti alla residenza ufficiale della sovrana del Regno Unito, sarà Ed Sheeran.

La tradizionale campana di chiusura dei pub isolani sarà protratta dalle 23 all’1 di notte per consentire a tutti di brindare ancora una volta a Elisabetta la longeva, roccia della nazione. E tutti intonando ancora, più o meno sobri, God Save the Queen.

Le immagini proiettate a Stonehenge

Conosciamo tutti Stonehenge, un sito che con le sue celebri pietre prova a raccontarci un mistero ancora irrisolto. Un luogo tra i più famosi al mondo e che per questo Giubileo di Platino ha subito un restyling temporaneo in onore proprio della monarca.

L’ente di beneficenza English Heritage, che gestisce oltre 400 edifici storici, monumenti e siti inglesi, ha voluto rendere omaggio alla regina “unendola”, in maniera metaforica, con le millenarie pietre di Stonehenge. Un modo originale per fondere due icone dell’Inghilterra in occasione del Giubileo di Platino. Otto foto della regina più longeva d’Inghilterra sono state infatti proiettate su otto pietre. Il risultato? Immagini che hanno fatto rapidamente il giro del mondo.

Stonehenge, le immagini che hanno fatto il giro del mondo

Non è finita qui

Dal 1° giugno e fino a settembre sarà possibile ammirare il nuovo giardino della Tower of London. Si rivelerà sicuramente uno spettacolo poiché qui, nel fossato che circonda le mura della torre, sono stati piantati oltre 20 milioni di semi che regaleranno un’esposizione floreale ricca di colori diversi a seconda dei mesi, facendo vivere al visitatore un’esperienza sensoriale e suggestiva.

L’installazione, chiamata Superbloom, è un omaggio a Elisabetta, ma allo stesso tempo ha lo scopo di attirare insetti impollinatori e riportare al centro dello spazio urbano la bellezza della natura.

Al Castello di Windsor, invece, saranno esposti gli abiti indossati dalla regina nel giorno della incoronazione, avvenuta il 2 giugno 1953, presso l’Abbazia di Westminster.

Insomma, il Giubileo di Platino è davvero iniziato e Londra (e il Regno Unito in generale) ha deciso di renderlo una 4 giorni di eventi certamente indimenticabili.

Un giardiniere che semina alla Tower of London per il Superbloom

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: