Covid Italia, news di oggi: addio al Green Pass e stop alle mascherine all’aperto. Speranza

Le ultime notizie in tempo reale sul Covid in Italia e nel mondo gli aggiornamenti di oggi domenica 1 maggio 2022. Da oggi 1 maggio si torna alla normalità praticamente ovunque: Addio al Green Pass e stop alle mascherine all’aperto. Speranza: “Siamo “in una fase nuova, ma se invito a restare con i piedi per terra è perché questo virus ha dimostrato di essere imprevedibile. Nel bollettino di ieri 53.602 i nuovi casi di Covid-19 e 130 decessi. Nel mondo ancora contagi in salita a Shangai dove si registrano 38 morti covid in un solo giorno.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Confesercenti, “9 imprese su 10 inviteranno dipendenti a usare mascherina”

“Dopo oltre due anni di obbligo, oggi Primo Maggio è il primo giorno mask-free, sostanzialmente ‘libero’ dalle mascherine. Ma nove imprese su dieci tra le nostre associate chiederanno ai propri dipendenti di continuare ad usarle. Una giusta precauzione e un segnale di attenzione e rispetto nei confronti non solo dei nostri clienti, ma anche dei lavoratori di cui proprio oggi – Primo Maggio – si celebra la Festa”. Così Confesercenti in un comunicato. “Una festa che coincide con la riconquista della possibilità di entrare nei negozi, negli alberghi e nei pubblici esercizi senza indossare mascherine. L’obbligo decade ufficialmente anche per i lavoratori privati, ma abbiamo chiesto ai nostri associati di continuare a farle usare ai propri dipendenti perché vogliamo garantire massima sicurezza e prevenzione a chi lavora, in attesa di definire il prossimo 4 Maggio nuove regole con i rappresentanti sindacali”, prosegue Confesercenti.

Locatelli: “Virus circola ancora, per quarta dose non c’è stata adesione auspicabile”

Le ultime decisioni “vanno verso un progressivo ritorno alla normalità, dal venir meno del Green Pass all’abbandono della mascherina in numerosi contesti. Senza tuttavia sottovalutare una circolazione virale ancora significativa e dimenticare l’utilità della vaccinazione, la raccomandazione della mascherina in ambienti affollati e l’obbligo di Ffp2 su mezzi pubblici, aerei e treni a lunga percorrenza”. Lo dice in un’intervista a ‘La Stampa’ Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità. La speranza “è non dover fare passi indietro, resta importante promuovere la campagna vaccinale in Italia e all’estero”. Intanto, “godiamoci gli spazi di progressivo ritorno alla normalità”. Va sfatato il mito “che la nuova variante non sia pericolosa. Anche se è un po’ meno patogenica, per i non vaccinati i rischi restano alti. Il suggerimento fortissimo resta di vaccinarsi con tutte le dosi raccomandate”. Per la quarta dose “non c’è stata, al momento, l’adesione auspicabile. Solo il 15% degli immunocompromessi e il 4,3% degli ultraottantenni o della fascia 60-79 anni con patologie concomitanti hanno aderito. Vanno coperti con urgenza”.

Covid, 38 morti a Shanghai in un solo giorno

Sono 38 le persone morte sabato di Covid a Shanghai. Il totale delle vittime dell’epidemia, secondo i dati diffusi dal governo, è di 5.060 morti. La città, che da un mese è in stretto isolamento, conta 422 morti dalla fine di febbraio. La Cina, che applica una rigida politica di “tolleranza zero” contro il covid, sta attraversando un’ondata di focolai attribuiti alla variante omicron che sta causando un numero record di infezioni come non se ne vedevano dall’inizio della pandemia nella prima metà del 2020. Oggi la Commissione ha segnalato 920 nuovi casi positivi al coronavirus rilevati il giorno prima, 916 dei quali a causa di contagio locale e il resto importati.

La storia di Silvia no vax pentita: “Ero NoVax e vivevo sommersa dalla spazzatura”

Silvia è una donna di 38 anni, vive a Prato ed era convintamente NoVax. Oggi Silvia sorride, ma il suo non è stato un percorso facile, è passata da una serie di disturbi, di paure, di percorsi per situazioni vissute nel passato che oggi l’avevano portata a chiudersi e a costruirsi un mondo parallelo. I problemi di Silvia oggi non sono passati, però sono sotto controllo.

Speranza: “Fase nuova ma restare coi piedi per terra”

Siamo “in una fase nuova, ma se invito a restare con i piedi per terra è perché questo virus ha dimostrato di essere imprevedibile. E’ finito lo stato di emergenza, però la pandemia non è finita e dobbiamo proseguire il nostro percorso di gradualità”. Lo dice in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Siamo in una fase diversa grazie al fatto che oltre il 90% della popolazione over 12 si è vaccinata” aggiunge. “Oggi facciamo un altro passo importante superando sostanzialmente il green pass e alleggerendo l’obbligo delle mascherine” che però resta, ad esempio, nelle scuole”.  Nei luoghi di lavoro sono raccomandate, ma le aziende e le pubbliche amministrazioni possono imporle nelle situazioni di maggiore rischio: “Abbiamo protocolli condivisi dalle parti sociali che danno indicazioni chiare – sottolinea il ministro – la mascherina resta sempre raccomandata quando c’è rischio di contagio”.

Green Pass e mascherine, cosa cambia da oggi 1 maggio: le nuove regole

Da oggi 1 maggio si volta pagina e si riavvolge di due anni il nastro, tornando quasi alla normalità. Stop al Green Pass praticamente ovunque. Il certificato verde che dimostrava la vaccinazione o la guarigione dal Covid-19, e che è stato uno degli strumenti determinati per garantire la socialità e la ripartenza delle attività, incentivando le immunizzazioni, andrà in soffitta. Anche per l’utilizzo delle mascherine inizia una fase nuova: bisogna sempre portarle con sé in caso di assembramenti, nei negozi, supermercati, ristoranti, negli stadi, nelle arene, nei posti di lavoro (qui saranno sempre valide regole delle singole aziende e le raccomandazioni emanate dal ministro della Pa Renato Brunetta nell’ultima circolare). Ma in tutti questi luoghi l’obbligo non esiste più. Ecco cosa cambia da oggi.

Vaccino covid: in Italia somministrate 136.8 milioni di dosi

Sono 136.839.894 le dosi di vaccino somministrate in Italia, rispetto alle 141.900.542 consegnate, cioè il 96,4%. E’ quanto emerge dal report del ministero della Salute aggiornato alle 6.17 di questa mattina 1 maggio. Di queste, 95.340.720 dosi sono di Pizer/BioNTech; 25.446.743 di Moderna; 11.514.521 di Vaxzevria; 6.726.093 di Pfizer pediatrico; 1.849.465 di Janssen; e 1.023.000 di Novavax. Il totale della platea over 12 che ha ricevuto almenouna dose è pari a 49.377.870, cioe’ il 91,45% della popolazione. Il totale di coloro che hanno ricevuto la terza dose addizionale/richiamo (booster) è pari a 39.346.492 pari all’82,51% del potenziale bacino di chi ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno 4 mesi. Il totale della dose booster per immunocompromessi è di 123.972, pari al 15,67% del potenziale bacino, mentre il totale di chi ha ricevuto la seconda dose booster è di 208.052, pari al 4,70% del potenziale bacino. Per quanto riguarda la platea di età compresa tra 5 e 11 anni, il totale con almeno una dose è di 1.384.610, pari al 37,87%; e il totale di chi ha compiuto il ciclo vaccinale è di 1.255.581, pari al 34,34% della popolazione considerata.

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, domenica 1 maggio

Le notizie e gli aggiornamenti sul Covid-19 in Italia e nel mondo di oggi, domenica 1 maggio. Nel bollettino di ieri 53.602 i nuovi casi di Covid-19 e 130 decessi. Il tasso di positività è al 14%. Il dettaglio regione per regione:

Lombardia: + 6.973
Veneto: + 5.549
Campania: + 6.051
Emilia Romagna: + 4.651
Lazio: + 5.506
Piemonte: + 3.023
Toscana: + 2.921
Sicilia: + 3.111
Puglia: + 4.252
Liguria: + 1.283
Marche: + 1.568
Friuli-Venezia Giulia: + 963
Abruzzo: + 1.832
Calabria: + 1.556
Umbria: + 978
P.A Bolzano: + 330
Sardegna: + 1.618
P.A Trento: + 382
Basilicata: + 663
Molise: + 327
Valle d’Aosta: + 77

Da oggi 1 maggio si torna alla normalità praticamente ovunque: Addio al Green Pass e stop alle mascherine all’aperto. Speranza: “Siamo “in una fase nuova, ma se invito a restare con i piedi per terra è perché questo virus ha dimostrato di essere imprevedibile. Nel bollettino di ieri 53.602 i nuovi casi di Covid-19 e 130 decessi. Nel mondo ancora contagi in salita a Shangai dove si registrano 38 morti covid in un solo giorno.

18 CONDIVISIONI

Livio Andrea Acerbo #greengroundit – fonte

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: