Le suggestive location della serie Tv “La scogliera dei misteri”

Se la serie Tv “La scogliera dei misteri” appassiona, è sicuramente merito dell’avvincente trama che racconta la storia di Lola Bremond che scopre, a un quarto di secolo di distanza di tempo, la verità su un atroce omicidio e sua madre.

La serie franco-belga, il cui titolo originale è “Jugée coupable”, passa da Bordeaux, dove vive la ragazza, alla spettacolare costa della Bretagna, dove Lola viene chiamata per un colloquio di lavoro. Ed è proprio la location uno degli altri motivi del successo della serie Tv.

Le location di “La scogliera dei misteri”

La scogliera da cui prende il titolo italiano la serie Tv si trova nel golfo di Morbihan, in pieno Oceano Atlantico, la cui città di riferimento è Vannes che, in bretone, significa “città bianca”. È una splendida città medievale, con case a graticcio e mura erette nel XIII secolo, una delle mete forse meno note della regione. E il golfo è una bellissima baia naturale e pittoresca che ripara isole e imbarcazioni che caratterizzano i porticcioli di tutti i villaggi costieri di questa zona al Nord della Francia.

Le case a graticcio di Vannes, in Bretagna

Sempre affacciata sul mare è la cittadina di La Trinité-sur-Mer, dove sono state ambientate alcune scene, specie quelle nella gendarmeria che, in realtà, è la sede del Municipio. È famosa per il porto e per le sue spiagge, raggiungibili lungo un delizioso sentiero detto Sentier des douaniers, una passeggiata di otto chilometri circa che porta fino alla Pointe de Kerbihan e alle spiagge della baia del Quiberon. Di fronte alla spiaggia di Kervillen ci sono delle saline, rinnovate proprio di recente dopo 50 anni di abbandono.

La costa bretone di Morbihan

Il Quiberon è una penisola fatta di spiagge di sabbia fine ma anche di natura selvaggia. Qui siamo nella Bretagna più iconica, quella che vediamo sulle cartoline, fatta di irte scogliere frastagliate, gli rocce scavate dalle acque dell’oceano a mo’ di grotte e di onde che roboanti s’infrangono sulle rocce scure. Per i francesi – ma non solo – è uno dei luoghi più belli dove praticare surf in Bretagna. Chi è meno spericolato, può invece percorrere il sentiero della Grande Randonnée che fa il giro della penisola offrendo un meraviglioso spettacolo.

La città fortificata di Hennebont in Bretagna

Sembrano tutti uguali ma non è così. Un’altra cittadina dove sono state girate alcune scene di “La scogliera dei misteri” è Hennebont, a una cinquantina di chilometri a Nord di Vannes, una città che ha saputo conservare la sua stupenda eredità medievale. Vi si accede attraverso quelle che erano le porte fortificate – restaurate dopo la Seconda guerra mondiale – che sorreggono altrettante torri, dalla cui cima si gode della migliore vista della città, oltre che dal cammino di ronda e lungo la parte restaurata delle mura.

Così come case a graticcio, strade lastricate e ponti di pietra ha il centro storico medievale di Aurey Saint-Goustan, due città che ne formano una. Qui sbarcò Benjamin Franklin nel 1776 per incontrare re Luigi XVI. Nelle vicinanze c’è la città-santuario Sainte-Anne d’Auray, il primo sito di pellegrinaggio cattolico in Bretagna.

Naturalmente non potevano non girare alcune scene nel sito più famoso di questa zona della Bretagna: Carnac. Gli allineamenti di Carnac sono tra i complessi megalitici più estesi al mondo. Comprendono circa 3.000 monoliti, eretti 6.000 anni fa, disseminati nella campagna bretone. Il sito comprende anche il più grande menhir preistorico attualmente conosciuto, lungo 20 metri e del peso di 300 tonnellate.

Gli allineamenti di Carnac, tra i complessi megalitici più estesi al mondo

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: