Tamponi in Lombardia, la strategia anti-caos: potenziati gli hub di Milano e orari più lunghi nelle farmacie

di Sara Bettoni

Task force tamponi del Pirellone, liste di priorità per l’accesso ai test. Nuovo polo massivo a Gallarate. Lettera-appello ai medici di famiglia: testate i vostri pazienti in studio

Un nuovo centro massivo a Gallarate, otto linee in più nei poli di Milano, orari prolungati in farmacia, fasce dedicate ai contatti stretti dei positivi. E una nuova
scala di priorità dei casi da testare. Sono le prime azioni decise lunedì mattina dalla task force di Regione nata per porre rimedio al caos tamponi. Nelle ultime settimane la richiesta di test anti-Covid è notevolmente aumentata e la rete pubblica fatica a tenere il passo. I cittadini lamentano attese di ore per sottoporsi al tampone, i medici denunciano problemi alla piattaforma di prenotazione delle analisi. Anche le farmacie devono fronteggiare code interminabili di pazienti a caccia dei test. Da qui la decisione del Pirellone di creare una squadra per risolvere il problema, coordinata da Guido Grignaffini.

Più centri tampone

Ecco i risultati della prima riunione. Da mercoledì 29 dicembre sarà attivo un nuovo centro tamponi massivo a Gallarate (Varese), mentre sono state aggiunte 8 nuove linee tampone al centro di Trenno a Milano ed è in fase di allestimento un nuovo punto tamponi alla Fiera: sarà attivo nei prossimi giorni. Inoltre, tutti gli ospedali sono stati invitati ad attivare orari dedicati ai tamponi nei centri prelievi, mentre verrà inviata una lettera a medici di famiglia e pediatri per invitarli ad eseguire direttamente i tamponi ai propri assistiti.

Orari dedicati ai contatti dei positivi

La strategia per potenziare l’offerta passa anche dalla collaborazione con le farmacie. «Abbiamo chiesto loro — spiega Grignaffini — la disponibilità ad allungare gli orari serali del servizio tamponi e a dedicare alcuni orari specifici ai cittadini che necessitano di tampone perché sono contatti stretti di positivi». La direzione generale Welfare, a questo proposito, ha già concordato con Federfarma l’invio di una richiesta formale che l’associazione trasmetterà urgentemente ai propri associati.

La lista di priorità

Su indicazione di Grignaffini è stata anche stilata una lista di priorità, così da dare precedenza ai test dei sospetti positivi e dei guariti. Questa l’indicazione:
-Priorità 1: casi sintomatici (con prenotazione del medico di famiglia o di Ats);
-Priorità 2: guarigione (con provvedimento di isolamento di Ats o prenotazione di Ats);
-Priorità 3: contatti stretti (fine quarantena), sorveglianza scuole e rientro da estero (con provvedimento di isolamento di Ats o prenotazione di Ats);
-Priorità 4: green pass (test nelle farmacie o nelle strutture private autorizzate).

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta
cliccare qui.

27 dicembre 2021 (modifica il 27 dicembre 2021 | 19:06)

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_dicembre_27/tamponi-lombardia-potenziati-hub-milano-orari-piu-lunghi-farmacie-strategia-anti-caos-814e9d04-672a-11ec-bb28-0e0a80cf262b.shtml

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: