L’Estonia è la migliore meta green dell’anno

È da poco andata in scena la Borsa internazionale del turismo e, come ogni anno, durante questo evento vengono assegnati degli importanti premi del settore. Gruppo Italiano Stampa Turistica ha deciso di destinare il riconoscimento Green Travel Award a Visit Estonia per la categoria Best Green Destination Estero. Un premio che è giunto alla sua undicesima edizione e che è stato istituito per esaltare le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile.

Il premio è stato consegnato da Sabrina Talarico, Presidente GIST e Diana de Marsanich, Responsabile Giuria Green Travel Award ed è stato ritirato da Rainer Aavik, Head of Estonian Tourist Board / Visit Estonia insieme a Kristiina Talisainen, B2B Marketing Manager at Estonian Tourist Board / Visit Estonia e Lucrezia Martinengo Co-Owner di Martinengo Communication, Ufficio Rappresentanza e Comunicazione di Visit Estonia in Italia.

Le dichiarazioni degli addetti al lavori

In seguito alla consegna del premio, Rainer AavikHead of Estonian Tourist Board –  ha dichiarato: “È con estremo piacere che riceviamo questo importante riconoscimento. L’Estonia rappresenta oggi una nazione completamente sostenibile, che incentiva la sua popolazione ad optare per scelte consapevoli al fine di prendersi cura della natura circostante risparmiando risorse e prediligendo prodotti locali. Ringraziamo la giuria per il riconoscimento ricevuto e sottolineiamo come, di fatto, la sostenibilità sia un’opportunità e non un sacrificio: è importante presentare ai visitatori l’offerta verde della destinazione, sensibilizzare le aziende ad analizzare le loro attività sulla base di principi sostenibili e richiedere un marchio di qualità ecologica.”

Il premio giunge all’apertura dell’anno in cui la spettacolare Capitale estone, Tallinn, è European Green Capital. Dall’inizio del 2023, infatti, Tallinn guida la rete europea delle città che stanno attuando gli obiettivi sostenibili delle Nazioni Unite a livello locale, concentrandosi sul contrasto alla povertà, la parità di genere, l’acqua pulita, il cambiamento climatico, la sostenibilità energetica, la crescita economica e l’occupazione.

Fonte: iStockVeduta di Tallin

Durante questo 2023 in cui ricoprirà il ruolo di Green Capital, Tallinn mira ad avviare nuove attività sostenibili, accelerare l’eco-innovazione e la crescita verde, coinvolgendo i cittadini e le organizzazioni al fine di dare maggior spazio alle comunità locali nello sviluppo della città, trovare opportunità per sostenere e attuare l’innovazione verde, sviluppare la mobilità a zero emissioni di carbonio e stimolare i cittadini a comprendere meglio l’importanza della protezione ambientale.

L’Estonia si conferma quindi il Paese ideale per i green traveller, per i viaggiatori che sono orientati sempre ad optare per scelte consapevoli. Questo perché la natura incontaminata, la gestione ecocompatibile del territorio e la mobilità sostenibile sono solo alcune delle esperienze che i visitatori possono sperimentare per vivere a pieno un’Estonia 100% Green.

Non sono Tallin, tutto il meglio dell’Estonia

Natura, cultura, arte, storia, ma anche innovazione e modernità sono sono alcune delle esperienze possibili racchiuse in un viaggio in Estonia, Paese dalle mille sfaccettature, con una popolazione di 1.300.000 abitanti su una superficie di 45.300 kmq, che aspetta solo di essere scoperto.

Atterrare in Estonia vuol dire inebriarsi di un arcobaleno di colori: dal verde dei boschi, che occupano il 51% del Paese, al blu del mare e degli innumerevoli corsi d’acqua e laghi, al rosso e viola dei tramonti infuocati, dal bianco candore delle immense distese di neve nei mesi invernali agli innumerevoli toni di giallo e marrone delle torbiere.

Dalle lunghe notti d’estate a una sorprendente “quinta stagione”, fino a una combinazione di profumi baltici, nordici e scandinavi. In poche parole l’Estonia è un mistero che si svela ai viaggiatori curiosi, liberi di esplorare a modo proprio un luogo unico e senza tempo.

Fonte: iStockIl meraviglioso Parco Nazionale di Lahemaa

Qui la natura la fa da padrona, ma al contempo un rapido sviluppo tecnologico ha contribuito a renderlo un Paese digitale e uno dei più informatizzati al mondo, combinando con molta semplicità tradizione e innovazione, l’architettura del legno con gli ambienti tecnologici più innovativi.

Un viaggio in Estonia è in grado di mescolare la voglia di perdersi nella natura con il desiderio di rivivere tradizioni storiche. Tutto questo, per esempio, è possibile con una visita alla città di Tallinn, patrimonio mondiale dell’UNESCO, il cui centro medievale è uno dei meglio conservati al mondo; o Tartu nel Sud del paese, la più antica città baltica, sede della prima università del nord Europa. Ma scopriamo insieme 5 luoghi da non perdere assolutamente in questo Paese.

5 luoghi da vedere assolutamente in Estonia

È un Paese che, seppur non troppo esteso, ha veramente molto da offrire ai suoi visitatori. Per questo motivo abbiamo raccolto per voi 5 mete imperdibili (oltre alla Capitale Tallin).

Chi ama la natura non può perdersi assolutamente il Parco Nazionale di Lahemaa, il più grande di tutto l’Estonia, caratterizzato da un tratto di costa frastagliato con baie e penisole e oltre 475 chilometri di boschi rigogliosi. Poi ancora fiumi, paludi e laghi, pini e diversi siti di interesse culturale e storico.

Molto interessante anche Tartu che è considerata la Capitale spirituale dell’Estonia. Non a caso i suoi abitanti parlano di uno speciale vaim (spirito) del passato che si percepisce nelle case di legno e negli imponenti edifici anche oggi. Una cittadina che vanta un bel centro con numerosi edifici dalle sobrie linee settecentesche, gallerie d’arte e musei.

Fonte: iStock – Ph: MayaAfzaalLa città di Tartu, in Estonia

Probabilmente non tutti sanno che in Estonia ci sono anche delle isole meravigliose. Ma nello specifico vogliamo parlarvi di Saaremaa, la più grande del Paese e con paesaggi naturali di rara bellezza come foreste di abeti rossi e coste frastagliate impreziosite da fortezze, manieri, mulini a vento e strutture storiche.

Poi ancora il villaggio di Kuguva, un luogo fiabesco che oggi è protetto come museo all’aperto. Qui si possono visitare la vecchia scuola e due fattorie, una delle quali espone splendidi tessuti tradizionali della zona e diversi costumi realizzati con cura minuziosa per i dettagli. L’altra, invece, è la casa natale dello scrittore Juhan Smuul (1922-71).

Infine, in Estonia vi consigliamo di fare una tappa a Pärnu, la sua più importante stazione balneare. La località si estende su entrambe le sponde del fiume omonimo, nel punto in cui questo corso d’acqua sfocia nella Baia di Pärnu. La lunga e vasta spiaggia, con campi da pallavolo, caffè e minuscole cabine spogliatoio, è il posto perfetto in cui rilassarsi e/o lasciarsi andare al divertimento.

Fonte: iStockLa spiaggia di Pärnu

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.