Vacanze, è boom di zaini per viaggiare in aereo

Come abbiamo anticipato qualche tempo fa, è cambiato il mondo di viaggiare, specie in aereo. Le nuove regole delle compagnie aeree in questi ultimi due anni sono variate e a farne le spese sono stati i passeggeri con i loro trolley da viaggio.

Boom di zaini

Lo conferma anche un recente studio condotto da Idealo, secondo il quale l’interesse nei confronti degli zaini da viaggio quest’anno è cresciuto del 138% rispetto all’anno precedente, mentre le ricerche dei trolley si fermano a +66%.

Le tariffe base delle principali compagnie low cost non includono più la possibilità di portare a bordo i trolley da cabina, per i quali ora è necessario pagare un supplemento, ma solo una “borsa piccola” da riporre sotto il sedile del passeggero di fronte.

Le misure delle low cost

Con easyJet si può portare in cabina gratuitamente solo una borsa piccola di dimensioni 45x36x20 centimetri, con Ryanair una di dimensioni 40x20x25 cm, con Wizz Air una da 40x30x20 cm e con Vueling una da 40x20x30 cm.

E quindi è scoppiato in rete un vero e proprio boom di zaini. E, sempre secondo questo studio, è anche il momento di approfittare di questo periodo per acquistare uno zaino da viaggio in quanto hanno mantenuto prezzi piuttosto costanti nel corso dell’ultimo anno, con un aumento di poco più del 3%.


Lo zaino perfetto per l’aereo
Capiente e con tante tasche dove riporre i documenti di viaggio

I migliori zaini da cabina

Tra gli zaini da viaggio più cercati, nella top tre compaiano quelli di piccole dimensioni compatibili con il trasporto come bagaglio a mano. Al primo e al terzo posto si collocano gli zaini da 29 e 30 litri di volume (compatibili con le politiche di easyJet), mentre al secondo quelli da 16 litri (compatibili anche con le politiche di Ryanair e Wizz Air).

Nei negozi e online si trovano zaini di ogni tipo, marca e prezzo, l’importane è restare nel limite delle misure consentite a bordo. Optate per uno zaino che abbia scomparti interni per dividere meglio l’abbigliamento dal beauty, dalle scarpe e dai caricabatterie, per esempio, ma anche tasche esterne, dove sistemare i documenti avendoli sempre a portata di mano. Una volta soliti a bordo lo zaino può essere sistemato all’interno della cappelliera, ma, in caso fosse già piena, anche comodamente sotto il sedile.

Quest’ultimo fattore è molto importante perché, se non si riesce a incastrare lo zaino sotto il sedile, l’assistente di volo lo preleverà, lo consegnerà agli addetti ai bagagli – nonostante le vostre proteste – e vi obbligherà a pagare una somma in denaro per il mancato imbarco che, a seconda delle compagnie aeree, può essere molto costosa.

Come preparare lo zaino da viaggio

Certo, i capi all’interno non arriveranno stirati alla perfezione, questo è poco ma sicuro anche se usando la tecnica dell’arrotolamento anziché della piegatura il risultato non è poi così male (scarica la guida di SiViaggia in PDF su come preparare la valigia perfetta), ma certamente si possono stivare parecchie cose, specie d’estate quando non serve un tipo di abbigliamento ingombrante.

I capi più ingombranti, tipo scarpe da tennis, golfini e giubbotti in generale è sempre meglio indossarli anziché metterli in valigia, lasciando spazio per un eventuale cambio in più.

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: