Meteo, sole al posto della pioggia: il grande flop delle previsioni

di Andrea Camurani

La Protezione civile della Lombardia aveva diramato l’allerta. Gli esperti: «Colpa di riscaldamento solare e aria fresca». Laghi, hotel e ristoranti fanno il tutto esaurito

«La manifestazione sportiva di irriducibili ha salvato il weekend, altrimenti è certo che con le previsioni di fulmini e saette qualche disdetta ci sarebbe stata, ne sono sicuro». Giorgio Petrucci guarda dalla finestra del suo hotel di Luino, proprio di fronte alla stazione: una quarantina di stanze per la maggior parte piene per un appuntamento sportivo poco più a nord. Fuori dalla vetrata il cielo è azzurro.

Gli albergatori

E pensare che le previsioni meteo davano un Primo maggio con l’ombrello. Anzi, quasi da «camino» per quanti vivono nelle zone a ridosso delle Prealpi. «Una volta i clienti prenotavano un anno con l’altro, ora in molti, specialmente i nostri connazionali, sono molto attenti alle previsioni per muoversi, per non “sprecare” un weekend e passare le giornate in camera», racconta l’albergatore. Invece, temperature miti e un assaggio d’estate: niente pioggia, quella data per scontata anche dai bollettini meteo della protezione civile della Lombardia che per la serata di sabato, in estensione a tutta la giornata di domenica, parlavano di «precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio e temporale soprattutto su Alpi e Prealpi».

Il geofisico

Invece nulla. Il perché lo spiega Paolo Valisa del Centro geofisico prealpino di Varese: «Certo, più di una volta ci siamo attirati le ire di albergatori e ristoratori che si sono visti disdire il tavolo o la camera da chi prende la decisione di prenotare sull’onda delle previsioni, che purtroppo in questo periodo dell’anno sono molti difficili da fare per due motivi: un riscaldamento solare che comincia ad essere molto forte, ma ancora la presenza di aria fresca, con un elevato contrasto termico, e quindi altissima variabilità. Questo ha portato, per esempio, per sabato sera, a prevedere temporali, che non si sono verificati perché è mancato il raggiungimento del punto di innesco».

Il bilancio

È proprio il motivo per cui la Regione ha diramato l’allerta nella serata di sabato. Chi invece non si è spaventato dai simbolini dei fulmini sopra la Lombardia nelle previsioni meteo dei giorni scorsi sono tedeschi e svizzeri, che hanno riempito le stanze del Camin Hotel di Luino («Siamo al completo», dice il proprietario, Leonardo Luz), e quelle della «Conca Azzurra» di Ranco, sempre sul Lago Maggiore: «Forse le previsioni del meteo svizzero sono più precise delle nostre» ironizza, ma soddisfatto per il weekend, il proprietario, Guido Brovelli. «Sapremo davvero com’è andata in questo fine settimana tra qualche giorno, quando assieme ai colleghi faremo il punto», spiega Frederik Venturi, presidente di Federalberghi della provincia di Varese: «Aprile, con Pasqua, sembra essere andato bene. Le festività dimostrano voglia di muoversi, ma per tornare ai livelli pre covid bisognerà attendere il 2024, almeno stando a guardare il traffico di Malpensa, ben lontano dai livelli a cui eravamo abituati solo tre anni fa».

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta
cliccare qui

1 maggio 2022 (modifica il 1 maggio 2022 | 15:24)

social experiment di Livio Acerbo #greengroundit #corriereit – fonte della notizia qui

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: