Puoi dormire su un’isola selvaggia in un faro, circondato da pony

Mollare tutto e trasferirsi su un’isola deserta è il sogno di molti soprattutto dopo una giornata immersi nel traffico cittadino. Quanti sognano di svegliarsi all’interno di un faro, affacciarsi alla finestra e vedere la propria casa circondata dalla natura e da animali? Sembra un sogno irrealizzabile, ma in realtà tutto questo è possibile nell’isola di Lundy. Posizionata nel Canale di Bristol, tra la Cornovaglia ed il Galles e a circa 19 km dalle coste della Gran Bretagna, Lundy Island è un vero e proprio paradiso per chi è alla ricerca di uno stile di vita naturale circondato da animali di ogni genere. In particolare è un vero e proprio paradiso per chi ha una passione sconfinata per i pony. Mansueti e dolcissimi, se ne possono incontrare in ogni angolo dell’isola inglese.

L’emozione dell’incontro con i pony

I pony che popolano l’isola di Lundy sono abituati ai turisti: nel bel mezzo di un’escursione è facile notare questi animali che pascolano tranquillamente e che non disdegnano una piccola coccola. La tranquillità di questo luogo da sogno è la stessa dei pony che diventano il soggetto perfetto per foto tenere e indimenticabili anche semplicemente quando stanno schiacciando un pisolino. Questi animali sono in buona compagnia.

Esplorare l’isola britannica vuol dire anche scoprire una fauna selvatica varia e affascinante: proprio a Lundy è facile incontrare capre, uccelli marini di ogni tipo e dai colori variopinti e, per chi è appassionato di immersioni in mare, si può avere un incontro ravvicinato con delle simpatiche foche. La natura dell’isola è senza dubbio predominante e circonda idealmente le piccole attrazioni turistiche presenti in questo luogo: qui sorge un piccolo villaggio con una graziosa locanda, una chiesa che risale al periodo vittoriano e il castello di Marisco costruito nel ‘200.
Visitare Lundy è un’esperienza indimenticabile tutto l’anno, ma per renderla ancora più speciale si può provare l’emozione di dormire nell’antico faro dell’isola, ormai in disuso ma dall’indiscutibile fascino che ci permette di ammirare il panorama del territorio.

Fonte: iStockAlcuni pony presenti sull’isola di Lundy

Lundy, l’esempio perfetto di un’isola incontaminata

L’isola di Lundy è un posto in cui la natura regna sovrana e non poteva non essere l’esempio perfetto di un modo di viaggiare all’insegna della sostenibilità. I turisti possono infatti recarsi in questo luogo da sogno tutto l’anno. Mentre nel periodo invernale si può usare soltanto l’elicottero perché le acque non consentono di navigare tranquillamente, dalla primavera all’autunno si può arrivare nell’isola via mare tre volte alla settimana.

La barca è il mezzo perfetto che permette ai turisti di approdare sull’isola nel pieno rispetto delle aree protette, lasciando incontaminato il paesaggio. L’isola è una delle più importanti riserve naturali marine del Regno Unito, per questo motivo non è possibile pescare perché si cerca di rispettare e preservare la diversità marina. Non è soltanto la fauna che viene tutelata con grande attenzione, lo stesso avviene con la flora locale: a Lundy sono riusciti a conservare oltre 300 specie diverse di piante che fioriscono sia sulla terraferma che sugli scogli. Tutta questa varietà di animali e di verde fa dell’isola inglese un luogo selvaggio e affascinante al tempo stesso: perdersi uno spettacolo del genere sarebbe un vero peccato!

Fonte: iStockL’antico e affascinante faro dell’isola di Lundy

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Generated by Feedzy